fbpx

TOUR SPAGNA – ANDALUSIA

Parti ora e vivi un folcloristico Tour in Spagna INPSieme Senior!

Durata 8 giorni - Tema: ARTE

Le date di partenza

Partenze individuali:

  • 28/08/2018 – 04/09/2018

Quota di partecipazione in camera doppia

€uro 1.540,00

SUPPLEMENTI

Sistemazione in camera singola                                 €uro 340,00

Viaggio aereo nazionale su Roma Fiumicino            €uro 150,00

Viaggio via terra (treno o bus GT) su Roma Fiumicino da: Ancona, Arezzo, Bologna, Caserta, Cassino, Firenze, Frosinone, Napoli, Orte e Perugia                                                   €uro 80,00

Viaggio aereo internazionale da/per Roma Fiumicino – tasse aeroportuali incluse – bagaglio da stiva Kg 23

Assistenza nostro accompagnatore H24 in partenza da Roma per tutta la durata del soggiorno

Assistenza della nostra Agenzia locale

Trasferimenti, visite ed escursioni come da programma con pullman privato e guida parlante italiano

Sistemazione in alberghi categoria 4 stelle in camere a due letti con servizi privati

Pernottamento e pensione completa con bevande incluse dalla cena del 1° giorno alla prima colazione dell’8° giorno

Borsa da viaggio con guida sulla Spagna

Assicurazione Medico e Bagaglio

Mancia autisti e guida

Rilascio dell’Attestato come da Bando INPS

Facchinaggi – Extra a carattere personale – Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

La destinazione

L’Andalusia è formata da otto province, che si estendono dal sud-est al sud-ovest della Spagna; ciascuna di esse prende il nome dal proprio capoluogo: Cadice, Cordoba, Jaen, Huelva, Almeria, Malaga, Granada e Siviglia. Un tempo la regione più povera della Spagna, è attualmente una delle mete turistiche più conosciute d’Europa: le spiagge sono sabbiose, le campagne sono bellissime, le catene montuose spettacolari, i monumenti fantastici e la gente è vivace, ama vivere appieno la vita ed è nota per il suo essere estroversa, accogliente e ospitale. L’Andalusia è anche patria del flamenco e della corrida. Sicuramente sono le tracce del passato moresco a rappresentare il tratto più singolare di questa affascinante regione: i Mori, di etnia berbera e araba, giunti in Spagna dal Nord Africa attraverso lo Stretto di Gibilterra, occuparono la penisola per più di sette secoli, a partire dal 710, quando giunsero a Tarifa. In soli quattro anni conquistarono quasi tutto il Paese, per poi restare nella parte meridionale della penisola, dove fondarono una delle più sofisticate civiltà del Medioevo.

Programma di viaggio

1° giorno – Roma – Malaga

Incontro dei partecipanti con l’accompagnatore in aeroporto a Roma Fiumicino. Partenza dall’Italia con volo Alitalia per Malaga. All’arrivo all’aeroporto incontro con la guida locale. Trasferimento in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate dell’Hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno – Malaga – Granada

Prima colazione in hotel. Mattino visita della città. Partenza per Nerja. All’arrivo a Nerja pranzo in ristorante, giro panoramico della città. Pomeriggio partenza per Granada. Tempo a disposizione. Trasferimento in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate dell’Hotel. Cena e pernottamento.

3° giorno – Granada

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita della città. Pranzo. Pomeriggio visita dell’Alhambra, splendida fortezza araba che con i giardini del Generalife forma un complesso unico al mondo. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4° giorno – Granada – Cordoba – Siviglia

Prima colazione in hotel. Partenza per Cordoba. Visita della città. Pranzo. Pomeriggio proseguimento per Siviglia con sosta fotografica a Carmona. Trasferimento in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate dell’Hotel. Cena e pernottamento.

5° giorno – Siviglia

Prima colazione in hotel. Mattino visita della città e della Cattedrale. Pranzo. Pomeriggio tempo a disposizione per lo shopping o visite di particolare interesse. Cena e pernottamento.

6° giorno – Siviglia – Jerez – Siviglia

Prima colazione in hotel. Partenza per Jerez. Visita della Cantina Domecq, una delle più antiche produttrici di vino fondata nel 1730, per apprendere il processo di produzione e degustazione di alcuni tra i suoi vini più famosi. Pranzo. Pomeriggio proseguimento per Cadice, dove salparono le Caravelle di Colombo. Rientro in hotel a Siviglia. Cena e pernottamento.

7° giorno – Siviglia – Ronda – Gibilterra

Prima colazione in hotel. Partenza per Ronda. Visita della città. Pranzo. Pomeriggio proseguimento per Gibilterra, con tempo a disposizione in questa città per lo shopping, in quanto Porto Franco. Possibilità di effettuare una visita panoramica con fermata a Europa Point, dove nelle giornate serene si può vedere il Marocco e le Montagne del Rif. Visita alla riserva naturale Upper Rock con le tipiche scimmie semi selvagge e la Grotta di St. Michael con le sue stalagmiti centenarie. Trasferimento in Hotel. Sistemazione nelle camere riservate dell’Hotel. Cena e pernottamento.

8° giorno – Gibilterra – Malaga – Roma

Prima colazione in hotel. Dopo la prima colazione partenza per Malaga e tempo libero. Pranzo in ristorante. Pomeriggio trasferimento all’aeroporto di Malaga. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo Alitalia per Roma Fiumicino.

Escursioni incluse nella quota

Il programma è volto all’enfatizzazione della spiritualità: tantissime sono le proposte incluse nel programma.

Malaga

Malaga è la seconda città, per importanza, della regione Andalusia dopo Siviglia. Il turismo di Malaga è molto differenziato e varie sono le attrazioni presenti. Sicuramente di notevole importanza è la Plaza del Mercede conosciuta anche con altri nomi, come Plaza del Mercado o Riego, è una delle piazze più belle della città. Nel suo centro si trova il Monumento a Torrijos, rappresentato da un grande obelisco che caratterizza questa piazza. È conosciuta per essere il luogo in cui Picasso mosse i suoi primi passi, poiché Malaga è la città natale del noto pittore. Faremo un giro tra i bar e i negozi di Calle Larios, nel centro, poiché è uno dei posti più importanti e fulcro nevralgico. Visita panoramica della Cattedrale di Malaga, una delle più maestose cattedrali del mondo, soprannominata anche “La Manquita” a causa della torre a destra che non fu mai ultimata. Il periodo del rinascimento domina la struttura esternamente poiché all’interno non manca l’impronta dell’Andalusia. Ammireremo il Pasaje de Álvarez o Passage of Chinitas, deve il nome a Antonio M. Álvarez, uomo d’affari ed ex governatore civile e militare di Malaga, che lo commissionò per costruirlo sulle terre del Convento delle Agostine. Dell’antico convento, fondato nel 1628, fu conservato solo il fronte in marmo che dà accesso alla Plaza de la Constitución.

Nerja

Nerja offre una combinazione ideale: panorama mozzafiato e spiagge, gastronomia andalusa di qualità ed una vasta scelta di attività per il tempo libero. La piccola località costiera si trova nella parte orientale della provincia di Malaga. In passato piccolo villaggio di pescatori, le attività economiche della zona sono basate sulla pesca e l’agricoltura. Il centro storico è un susseguirsi di case bianche affacciate su strade strette e tortuose. Piccoli negozi vendono l’artigianato e la produzione artistica del luogo, gioielli tipici e prodotti locali. La vecchia fortezza araba è stata convertita nel famoso Balcone d’Europa, con una vista spettacolare della costa. Nelle vicinanze del paese si trovano incantevoli borghi imbiancati a calce: un paesaggio tipico imperdibile per chi visita l’Andalusia. Il vero orgoglio di Nerja sono però le Cuevas, la terza attrazione turistica più visitata di Spagna. Rifugio di comunità umane già 30.000 anni fa, le grotte vantano formazioni di stalattiti davvero impressionanti.

Granada con l'Alhambra

La monumentale città di Granada, fondata dai Romani con il nome di Illibris tra i fiumi Darro e Geni, sorge ai piedi della Sierra Nevada, tra le sponde del Mediterraneo e l’entroterra andaluso, ed è famosa per il suo fascino ispano-mediorientale. Nel centro della città si trovano numerosi edifici in stile nazari, i bagni arabi e il tortuoso quartiere moresco di Albaicín, ma la meraviglia di Granada, e il suo monumento più famoso, è senza dubbio l’Alhambra, la suggestiva fortezza araba, ricca di palazzi decorati e circondata dal verde. Insieme ai giardini del Generalife e all’Albayzin, l’Alhambra è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Inoltre Granada vanta una cattedrale rinascimentale risalente al XVI secolo intorno alla quale si trovano numerose testimonianze del passato moresco, ebraico e cattolico della città. Oltre alle sue bellezze storico-architetturali che narrano più di mille anni di storia, Granada vanta una vivace movida universitaria e numerose e partecipate manifestazioni, sia religiose che laiche. La gastronomia di Granada è ricca e diversificata: troverete un gran numero di ristoranti e bar dove gustare piatti succulenti come il migas, il remojón, le fave con jamón, frittata di Sacromonte e il gazpacho.

Cordoba

Situata nell’entroterra dell’Andalusia, Cordova è un compendio di passato e modernità. Questa città millenaria, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è un’eredità vivente delle diverse culture che si susseguirono nel corso della sua storia. Passeggiare per il centro storico di Cordova significa scoprire una bella trama di strette vie, piazze e cortili imbiancati a calce distribuiti intorno alla Moschea-Cattedrale, simbolo della città e testimone della sua importanza in epoca medievale. Pur mantenendo vivo il suo splendido passato, Cordova è una città moderna. Cordova è anche sinonimo di arte, cultura e tempo libero, grazie alla grande quantità di eventi culturali che organizza durante l’anno, attività integrate dalla possibilità di visitare i numerosi musei e da un’animata vita notturna. Anche la provincia conserva importanti testimonianze dell’eredità andalusa, in particolare ispano-mussulmana, che raggiunge la sua massima espressione a Medina Azahara, nei dintorni della città.

Siviglia

Siviglia è il capoluogo e la più grande città dell’Andalusia, è l’anima e l’incarnazione del famoso modo di vivere andaluso. Siviglia è il capoluogo e la più grande città dell’Andalusia ma soprattutto è l’anima della Regione e l’incarnazione del famoso modo di vivere andaluso. Gli abitanti dell’elegante città dorata vivono intensamente le tradizionali passioni spagnole: le tapas, il vino, la birra, le corride, il flamenco, la movida e le feste. Siviglia è la città dove si celebra la maestosa e storica è la Settimana Santa, e dove si svolge la Feria de Abril, la più festosa fiera annuale dell’Andalusia, entrambe dichiarate di Interesse Turistico Internazionale. Ma l’atmosfera a Siviglia è magica ogni sera, la gente è allegra e rilassata, ama divertirsi e trascorrere la notte nei numerosi locali della città. Situata sulle rive del fiume Guadalquivir, Siviglia custodisce un patrimonio architettonico di grande valore, il minareto della Giralda è esempio di arte araba, la Cattedrale e i Reales Alcazares ne sono un esempio. Il suo patrimonio architettonico include la Casa de Pilatos, la Torre Oro, il Palazzo Alcázar, il Palazzo Comunale, l’Archivio delle Indie, il Museo delle Belle Arti, conventi, pievi e palazzi.

Carmona (sosta fotografica)

A 40 km da Siviglia c’è Carmona, si tratta di una città che ha vissuto in passato un periodo molto importante per via della sua posizione strategica naturale. Infatti, il paesino, cresce su una collina e domina una vallata fertile. La città fu fortificata nel VIII Secolo a.C., fu abitata da fenici e romani. Attualmente conta oltre 20 mila abitanti ed è uno dei paesi più grandi e popolati dell’Andalusia.

Jerez e Cadice

Jerez, assai conosciuta per i suoi vini, i cavalli e il flamenco, conserva un centro storico che è stato dichiarato complesso storico-artistico. È una delle località più nobili della provincia di Cadice che riunisce l’aspetto signorile dei palazzi aristocratici con l’aria popolare delle case tipiche dell’Andalusia. Una visita ad alcune delle cantine della città vi farà comprendere la profonda tradizione vinicola. Fondata dai fenici con il nome di Xera, durante il medioevo fu lo scenario di incursioni di frontiera, in quanto faceva parte del regno di Granada, ai tempi sotto il dominio musulmano. Al tempo della conquista da parte dei re cattolici era già conosciuta per l’eccellenza dei suoi vini. Sempre nel Medioevo venne creata una razza di cavalli locale, la certosina, detta così in onore della locale Certosa di Santa María de la Defensión. I suoi monaci crearono e allevarono questa razza per secoli, finché, in seguito alla vendita forzata dei beni ecclesiastici, questa tradizione venne continuata dagli allevatori della regione.

Cadice, Cadiz in Spagnolo, è una graziosa città costiera arroccata su un promontorio sull’Oceano Atlantico che vanta un importante porto, molti musei, monumenti, e un centro storico affascinante avvolto dal mare. La storia di Cadiz inizia intorno al 1100 a.C. quando fu fondata dai fenici con il nome di Gadir. Dopo la scoperta dell’America Cadice ha conosciuto un grande sviluppo, soprattutto nel XVII secolo, quando era la città più ricca e cosmopolita di Spagna. In seguito alla perdita delle colonie americane la città ha avuto una fase di declino, ma le persone sono rimaste sempre ospitali, allegre e accoglienti, infatti Cadice è famosa per i suoi bar,  locali e per la buona cucina. Il centro storico si trova su una penisola ed è dominato dall’imponente cupola della Cattedrale di Cadice. Il vecchio quartiere di Cadice è famoso per il suo fascino pittoresco dovuto ai molti edifici nobiliari, come la Casa del Almirante e Casa de las Cadenas, all’architettura moresca, e al labirinto di stradine che risalgono al Medioevo che si aprono su piazzette punteggiate da bar e ristorantini. Alcune parti delle mura del XVIII secolo sono ancora in piedi come la Porta di Terraferma.

Ronda

Ronda è una meravigliosa e antica città, arroccata sulla gola di El Tajo, profonda circa 100 metri, nella provincia di Malaga. In passato anche diversi personaggi famosi, come Hemingway e Dumas, sono stati affascinati dai suggestivi panorami e dalle appassionanti tradizioni popolari di questa città araba, capitale di un piccolo Stato indipendente fino alla riconquista cristiana avvenuta nel 1485. Visiteremo la Chiesa di Santa Maria, la cui costruzione iniziò nel 1485 dietro l’ordine dai Re Cattolici ma fu terminata solamente nel XVII secolo. Ciò spiega la combinazione di diversi stili artistici che presenta. Le tre navate, nonostante abbiano subito un grande deterioramento dopo il terremoto del 1580, che distrusse parte della chiesa, conservano colonne e archi a sesto acuto in stile gotico. Il coro rinascimentale è uno degli elementi più significativi di questo edificio, così come la pala d’altare di stile barocco. Fondata nel IX secolo a.C. oggi Ronda è una città artisticamente e culturalmente molto vivace. Famosa anche come la patria della corrida moderna, Ronda ha la Plaza de Toros: una bella arena in stile neoclassico inaugurata nel 1785 con gradinate distribuite su due livelli che possono accogliere 6 mila spettatori. È anche la plaza de toros più antica tra quelle costruite interamente in pietra.

Ronda

Gibilterra, conosciuta anche come the Rock, è una colonia britannica che si trova all’estremità meridionale della penisola iberica dove il Mar Mediterraneo si incontra con l’Oceano Atlantico. Per gli antichi greci e romani questa rocca calcarea, alta 426 metri con scogliere a strapiombo sul mare, era una delle due Colonne d’Ercole che, insieme a quella di Jebel Musa in Marocco, segnava il confine del mondo antico. Oggi Gibilterra è un’incredibile città cosmopolita dove si incontrano le culture e le storie inglesi, spagnole, genovesi e nordafricane.

Documenti di viaggio

Tutti i passeggeri devono disporre di un Documento Valido per l’Espatrio: Passaporto o Carta d’Identità.